lunedì 14 gennaio 2008

Diary of The Dead

Presentato per ora solo in alcuni prestigiosi festival in giro per il mondo (il più importante è quello di Toronto, dove figurava nel ricco cartellone del Midnight Madness), tra l’altro con grande successo, Diary of the Dead uscirà negli USA il 15 febbraio in poche sale, e poi in Inghilterra (7 marzo) e Giappone (24 maggio).

E in Italia? In sala probabilmente mai, ma vogliamo essere fiduciosi, e sarà molto importante l’esito di pubblico per le prime proiezioni in patria. Il film più personale di George A. Romero -usiamo le sue parole- sembra “modernizzarsi” e cercare l’approccio di film che usano la tecnica digitale e della ripresa simil-amatoriale (due esempi: REC e Cloverfield), ma non dubitiamo sia un altro tassello nella gran filmografia di un grande regista.





2 commenti:

Re Ratto ha detto...

Non ne sapevo nulla fino a qualche giorno fa, sarà sicuramente una figata.

Gk, il testo è tuo o un copia/incolla? Nel secondo caso, meglio citare la fonte

GK ha detto...

si hai ragione, fonte Cineblog.it