venerdì 11 giugno 2010

L'editoria ai tempi di iPad

Nell'attesa che gli editori nostrani si rendano conto del fatto che spacciare per "applicazione per iPad" un pdf ottimizzato è un insulto ai lettori e soprattutto alle potenzialità della piattaforma, ecco come potrebbe essere il Time Magazine sulla tavoletta Apple:



Sull'iPad in giro se ne leggono di tutti i colori, roba da leccarsi i baffi: è inutile, è impossibile leggerci sopra, non posso portarmelo in spiaggia perché col sole non si vede nulla (proprio così: NON POSSO PORTARMELO IN SPIAGGIA), chi se lo compra lo fa solo perché fa figo... vorrei sapere quanti di loro hanno PROVATO un iPad, o se hanno mai preso in considerazione le opportunità che offre.
Ma si sa, massacrare a priori è così cool...

Aggiornamento: a quanto pare l'applicazione è già uscita su Appstore America, ecco la versione "reale":

32 commenti:

Iguana Jo ha detto...

A me è bastato leggere il post di Charlie Stross sull'argomento per decidere che lo voglio anch'io.

Re Ratto ha detto...

Grazie Iguana, lo leggerò sicuramente.
Ho avuto la fortuna di ricevere l'iPad in regalo, e ci sto smanettando da una decina di giorni: non sarà una rivoluzione, ma ti assicuro che è un qualcosa di diverso, offre un nuovo approccio, da un'angolazione particolare. Sinceramente non mi aspettavo che fosse così ricco di potenzialità, in gran parte ancora inespresse. Non appena gli svuiluppatori inizieranno a sviluppare seriamente...
La sera mi metto in poltrona, lo accendo, e navigare, scrivere, leggere... è tutto dannatamente immediato e divertente.
E poi Appstore è una miniera di applicazioni, alcune delle quali davvero splendide.
A breve una recensione.

Mattia Paoli ha detto...

Io ho letto anche di gente che l'ha provato e che ne ha constatato immediatamente la sua quasi totale inutilità e scarsa praticità:

Esempio:
http://gaming.ngi.it/showthread.php
?t=517911

Re Ratto ha detto...

Alcuni commenti che leggo sul forum che mi hai linkato:

"che 2 coglioni co sto ipad
si stava meglio quando la gente usava solo merda microsoft"

"soldi buttati nel cesso
piuttosto mi prendo un eee"

"con ipad e ijizz guardare i porni non è più l astessa cosa"

"Costa un fotti o, sono il primo ad ammetterlo.
In sintesi e' un iPod extralarge, nessuna grande rivoluzione."

Commenti davvero utili e ben argomentati, ti ringrazio Mattia, d'ora in poi non guarderò più l'iPad con gli stessi occhi!

Mattia Paoli ha detto...

Capisco che il thread è lungo.. ma non leggere solo quello che ti fa comodo... ci sono anche post argomentati, di gente che lo ha preso un mano per un po', usato, buttato. E che spiega il perché.

Anche tu potresti approfondire quali siano "le opportunità che offre" iPad... perché io sinceramente non le ho ancora capite.

Poi se per te chi è "contro" iPad lo è a priori, allora smetto subito di discutere.

Re Ratto ha detto...

E' interessante, davvero.. iPad è uscito 2 settimane fa, mi chiedo come sia possibile giudicare in 2 settimane un prodotto sul quale i programmatori hanno appena iniziato a sviluppare.
E' ovvio che iPad, molto più di iPhone (che, in fondo, è pur sempre un telefono) si giocherà tutto sulla qualità degli applicativi presenti sullo Store: la vera differenza la faranno loro.
Con un'importante valore aggiunto: le caratteristiche intrinseche della piattaforma.
Le opportunità che offre un oggetto come iPad a riviste, giornali, videogiochi, navigazione, solo per citarne alcune, sono enormi, mi chiedo come sia possibile non accorgersene.
Se poi qualcuno l'ha comprato pensando che potesse sostituire il suo portatile/netbook, beh, avrebbe potuto informarsi prima non credi?
Comunque vedrò di spulciare un po' le pagine del forum (ma preferirei una tua opinione sull'argomento, non un link buttato lì), anche se, più vado avanti, più vedo commenti da far cascare le braccia.

Re Ratto ha detto...

Dall'articolo linkato da Iguana Jo:

"The iPad doesn't feel like a computer. It feels like a magic book — like the ancestor of the Young Lady's Primer in Neil Stephenson's The Diamond Age. It's a book with hypertext everywhere, moving pictures and music and an infinity of content visible through its single morphing page. The sum is much weirder than the aggregate of its parts.
Criticizing the iPad for not doing Netbook-or laptop-like things is like criticising an early Benz automobile for not having reins and a bale of hay for the horses: it's a category error

@Iguana: condivido molto di quanto dice Stross, anche riguardo alla politica inutilmente restrittiva applicata da Apple con Appstore e all'argomento-jailbreak, che sicuramente prima o poi farò.

Iguana Jo ha detto...

Per me è stato il paragone con il sussidiario illustrato della giovinetta a fare la differenza.

:-)

Mattia Paoli ha detto...

A chi l'ha provato, sono bastate 2 settimane per constatare che:
- il peso del dispositivo non è adatto ad essere un comodo strumento portatile;
- non può essere usato decentemente come ebook reader (non è un dispositivo con e-ink, durata batteria, riflessi del sole);

Per altre cose non serviva neanche provarlo, bastavano le specifiche tecniche:
- closed source, perfetto Apple-style, e l'inverso di come la rete e dispositivi dovrebbero essere (vabè, opinione mia);
- no multitasking (...);
- mancanza supporto a flash (che per quanto faccia schifo e vada abbattuto il prima possibile, fino a che non subentra universalmente HTML5 rimane lo standard de facto per il web);
- non c'è un'uscita video (hdmi);
- formato 4:3 inadatto a guardasi chessò, un film in treno?
- USB solo tramite adattatore (a pagamento);
- il prezzo non lo considero abbordabile;
- non credo che la batteria in utilizzo diciamo... "medio", duri più di un giorno

Questo è quello che ho letto in giro, io non l'ho provato e viste le suddette premesse di usabilità e utilità non ho alcuna voglia di farlo. Evidentemente non sono il target di utenza per l'iPad, o forse sto includendo l'iPad in categorie che non gli spettano (netbook?) anche se: una porta USB, uno straccio di fotocamera, flash (per un dispositivo Internet-oriented mi sembra il minimo) mi sembrano cose basilari, per un dispositivo del genere, nel 2010.

il Ratto ha detto...

ciao,
risposi al tuo commento nel mio blog "plagiaro".

bye

Re Ratto ha detto...

@ Mattia: rispondo punto per punto, così si fa prima:

1 - iPad pesa circa 680 grammi. Decisamente più leggero di un laptop medio
2 - Il fatto che iPad sia un eBook reader è un luogo comune. iPad non è un ebook reader, semplicemente offre applicazioni dedicate.
3 - concordo
4 - Il multitasking verrà implementato con iOS4
5 - Sinceramente, non ne sento la mancanza
6 - E cosa dovrei farmene di un'uscita video? Se voglio guardarmi un film sulla tv non passo certo dall'iPad!
7 - Boh, io di film ne ho visti 2, in landscape mode, e ti assicuro che l'esperienza è ottima
8 - Concordo con te
9 - Il discorso prezzo è ovviamente soggettivo e, come ogni prodotto, relativo alle possibilità economiche di ognuno. Io credo che 500 euro per iPad non sia un prezzo eccessivo.
10 - In 2 settimane di utilizzo (ti assicuro che la sera ci smanetto parecchio) ho caricato la batteria 3 volte. Fai due conti.

Riguardo poi alla fotocamera: fammi capire, tu ti metteresti a scattare fotografie con una tavoletta piatta da 10 pollici?

Detto ciò, non è mia intenzione fare polemica, mi dà solo fastidio vedere tanta gente che giudica un prodotto(nel bene o nel male, beninteso!) per sentito dire o per luoghi comuni.
Tutto qua.
Peace & Love

Re Ratto ha detto...

@ Ratto: idem, con scuse.

Re Ratto ha detto...

Mi sono reso conto che, per colpa mia, questo post si sta(prevedibilmente) trasformando nella più banale e trita diatriba tra pro e contro iPad, quando la mia intenzione era quella di mostrare le potenzialità della tavoletta Apple in ambito editoriale.
Mea culpa, rientriamo nei ranghi.
E, come sempre, grazie a tutti dei preziosi contributi.

Mattia Paoli ha detto...

@ RE: rispondo punto per punto, così si fa prima:

1 - 680 grammi, dopo un paio d'ore, a chi l'ha provato, si rivelano essere tanti; può essere una cosa personale; tu lo usi in braccio/mano o appoggiato da qualche parte? pesi 100 kg? io ne peso 60, più di mezzo kg in mano... mi viene una tendinite solo a pensarci, per dire...
2 - La forma è quella di un e-book reader, la prima cosa pubblicizzata è stata la possibilità di usarlo come ebook reader tramite acquisto dei libri su apple store, nella pratica la realtà sembrerebbe differente.
4 - Alla buon'ora...
5 - Vorrei poter dire la stessa cosa...
6 - Non so, uno ha qualche foto sull'ipad e vuole farle vedere alla famiglia sulla TV, che fa?
7 - Ritiro tutto
9 - Il discorso prezzo è ovviamente soggettivo e, come ogni prodotto, relativo alle possibilità economiche di ognuno. Io credo che 500 euro per iPad non sia un prezzo eccessivo.
10 - O sei un mago o non so... Apple stessa dichiara 10 ore di autonomia ( http://www.apple.com/ipad/design/ )

"Riguardo poi alla fotocamera: fammi capire, tu ti metteresti a scattare fotografie con una tavoletta piatta da 10 pollici?"
Ti rispondo: ora come ora non posso:
- ascoltare musica E fare contemporantemante qualcos'altro (no multitasking);
- far vedere 2 foto alla famiglia in un modo comodo (divanesco) (no uscita video);
- leggere (non è un e-book reader);
- aggiungo ignorantemente il navigare, non riesco a immaginarmi di navigare senza flash, per quanto mi faccia schifo.
Una fotocamera me la metti o no? O una webcam... qualcosa... qualcosa che dia un senso a questo tablet... perché io un senso ancora non ce lo vedo.

Non è neanche mia intenzione fare polemica, ma non voglio essere trattato come uno che non si informa: dico solo che ho letto alcune opinioni diverse dalle tue e che mi hanno convinto definitivamente a non avere il bisogno di comprare sto coso... non pretenderai mica che mi metta a comprare ad occhi chiusi per poter giudicare un prodotto? Il cercare opinioni di chi si ritengono autorevoli, prima di comprare qualche cosa, è la base del web, dei blog, dei forum e delle community in generale.

Mattia Paoli ha detto...

Chiedo scusa, ho postato dopo il tuo avviso.

Torno IT chiedendo:
Ma quello del video è un iPad? A me non sembra. Mi sembra molto più "wide" e mi sembra che ci sia di mezzo un bel po' di flash.

Re Ratto ha detto...

Il video è una simulazione, quello mostrato è un finto iPad in CG.
L'applicazione comunque sarà proprio quella, e mi sembra tanta roba!

Riguardo all'OT, solo due cose veloci e poi chiudiamo ok?
L'iPad non è pensato per sostituire il laptop. A me la batteria dura tanto perché uso l'Ipad un'oretta la sera, magari per leggere il giornale, o per consultazione.
Non di certo come strumento di lavoro, perché non potrebbe mai esserlo.
iPad si rapporta a determinati contenuti (lettura "interattiva", foto, video, ma anche puro e semplice intrattenimento videoludico) in un modo nuovo, intelligente e, perché no, rilassante.
Però è vero, non è una piuma, e dopo un po' pesa!
Magari ne riparliamo quando avrò voglia di scrivere una recensione, analizzando più nel dettaglio pregi e difetti.
Ciao e grazie!

Re Ratto ha detto...

Rettifico: quello mostrato è un finto tablet in CG.

Alex McNab ha detto...

Io ti so solo dire che lo comprerei (lo comprerò?) ben volentieri.
Con l'iPod Touch mi trovo benissimo, quindi immagino quanto potrà soddisfarmi un aggeggio come il Touch.
Ho il sospetto cattivo e malizioso che chi lo critica tanto (senza ovviamente averlo mai sfiorato con un dito) lo fa per:
A) ignoranza;
B) perché non ha i soldi per comprarlo.

Mattia Paoli ha detto...

Vabè, uno cerca di esporre concetti, di andare al sodo, di esporre considerazioni su pregi e difetti e poi arriva il luminare di turno che dice che o sei ignorante o sei povero.

Se serve mi abbasso anche io a questo livello: chi compra iPad è fanboy, modaiolo, e figlio di papà.

Contento adesso che sembra di stare all'asilo? 2 concetti in croce sui tablet riesci a esporli, Alex?

Alex McNab ha detto...

Sì ma è inutile farlo.
Tanto c'è chi è contro per partito preso (così come c'è chi è a favore per partito preso).
La mia era una provocazione, l'ho anche scritto.
Odio quelli che dicono "il prodotto X fa schifo perché è di moda."
Potremmo stare qui per ore e ore a descrivere pregi e difetti dell'iPad, ma chi ha deciso che fa schifo non cambierà comunque idea.
Quindi, sì, sono ignoranti.

Geek ha detto...

"Ti rispondo: ora come ora non posso:
- ascoltare musica E fare contemporantemante qualcos'altro (no multitasking)" non è vero mentre scrivo questo post ascolto gli Animal Collective

Anonimo ha detto...

Wow, il multitasking :)

Spiega come fai allora :)

abo ha detto...

Dopo averci smanettato mi sembra che si tratti di un dispositivo splendido, dalle potenzialità molto interessanti in un sacco di ambiti.
L'unica vera delusione, preannunciata dalla mancanza di tecnologia e-ink, è che come ebook reader è una sòla terribile, e credo che questo sia innegabile.
Una fonte di luce alle spalle, ma anche solo la luminosità di una giornata estiva, e l'iPad (come del resto l'iPhone e il MacBook che possiedo, ganzi e glossy quanto basta) diventa uno specchio. Per un dispositivo che fa della mobilità il suo forte non è una pecca da poco.
Insomma, se hai già un computer a casa, un ebook reader per scarrozzare la tua libreria, e ti avanzano dei soldi, allora comprarsi un'iPad ha senso. Altrimenti ti conviene prima colmare le altre falle della tua vita tecnologica, e non illuderti che con l'iPad potrai affrontare la lettura di Delitto e Castigo in versione ebook.

Re Ratto ha detto...

Concordo con te abo, anche se come lettore di pdf (difficilmente leggibili sugli ebook reader a causa delle limitate dimensioni del display) è il miglior reader in circolazione.
Sai in quale ambito invece iPad potrebbe essere veramente innovativo? In quello dei fumetti/graphic novels.
La risoluzione del display permette una resa visiva splendida, e con 9,7" a disposizione il testo nei baloon è leggibilissimo (più leggibile che in un manga cartaceo).
Sì, i fumetti potrebbero trarre enorme vantaggio da un dispositivo come iPad.
Qualche esperimento è già iniziato, dalla Marvel con l'applicazione omonima, ma anche da realtà di dimensioni più modeste (es. Cotus & Leon, davvero ben realizzato).

eugenio ha detto...

ho convissuto con un ipad per due settimane dovendci sviluppare un'applicazione (pseudo editoriale) per la mia azienda e posso dire che come ebook reader è molto scarso per le ragioni già argomentate. Nello specifico l'ergonomia è bassa (fondo bombato, servono 2 mani) la leggibilità pure (schermo retroilluminato) la mobilità anche (durata limitata, peso eccessivo).

Secondo me sono tutte cose che disincentivano la lettura. Io sono partito con il massimo entusiasmo ma mi sono stancato presto, anche nel caso di fumetti e quotidiani (devi fare zoom e swipe in continuazione, molto poco rilassante) va bene se la consultazione non supera i 5 minuti, ed in modalità stanziale.

Come dispositivo nel complesso posso dire che il suo pregio è che è una gran figata, mentre il suo difetto è che è solo una gran figata.

In una parola è bello ma acerbo.

PS le killer application imho sono i videogiochi e la domotica, in questi casi può essere una spanna sopra il resto, ma se consideriamo che costa come 2 PS3...

Re Ratto ha detto...

Ciao Eugenio, benvenuto in mia Tana.
Che l'iPad non sia un eBook reader mi sembra abbastanza chiaro, anche se personalmente non lo trovo così poco ergonomico.
Non sono d'accordo invece riguardo al discorso fumetti e quotidiani, che secondo me possono trarre grandi vantaggi dal dispositivo Apple. Hai provato l'applicazione di Marvel, il modo in cui gestisce le pagine intere e le singole vignette? Ecco, quello lo trovo un ottimo punto di partenza.
Per quanto riguarda riviste e quotidiani, tutto dipenderà da come gli editori intenderanno rapportarsi alla piattaforma: se la loro idea di applicazione per iPad è un banalissimo PDF con l'aggiunta di qualche video e di una modalità di lettura semplificata (tipo Repubblica), beh, allora la vedo acida. Se, al contrario, si seguirà l'esempio di applicazioni come quelle sviluppate per il Time o Le Figaro, beh, allora le cose cambiano parecchio.
iPad è sicuramente acerbo, ma credo che, se sfruttato a dovere, possa regalare grandi soddisfazioni e fare da apripista per una nuova modalità di fruizione dei contenuti, online e offline.

eugenio ha detto...

Grazie del benvenuto.
Apple ha riscoperto una nicchia lanciata forse troppo presto (ho ancora da qualche parte un vecchio hp tc1100 al quale l'ipad deve molto) e sono assolutamente d'accordo sul discorso che l'iphonone sia un apripista. Sto frenando il mio entusiasmo per vedere l'evoluzione del settore.
Non escludo che l'ipad possa rimanere vittima della "sindrome della polvere" che ha colpito la Wii come possa diventare il leading device in mobilità. Questa seconda ipotesi tuttavia, la vedo più difficile, è proprio il concetto di mobilità che ne risente di più, secondo me l'ipad uscirà difficilmente dalle case (se mi sbaglio tanto meglio, da bravo geek attendo la wearable technology da tempo:) ).

Per quotidiano e fumetti è la retroilluminazione il deterrente principale (e la perdita del collezionismo). Inoltre, come hai detto tu, bisogna proprio superare il concetto di fumetto e quotidiano "fisico" (come anche di sito web) ma gli investimenti finora fatti in Italia sono molto bassi (nessuno supera i 30000 Euro, a quanto ho sentito, con una media molto più bassa) e sono motivati dalla scarsissima previsione di rientro economico.
L'America ci salverà come nel '45.

Mattia Paoli ha detto...

Segnalo un'interessante articolo di Attivissimo :)

http://attivissimo.blogspot.com/2010/06/se-apple-decide-cosa-si-puo-pubblicare.html

Geek ha detto...

Ipad è una formidabile stazione internet. Mi sta rivoluzionando la fruizione della Rete. Navigare è rilassante e naturale come nuotare. E per un malato di intenet come il sottoscritto vale giá solo per questo l'acquisto. Saludos

P.e ha detto...

Da noto ANTI-APPOLAIO (si dice così? :P) devo dire che stavo per acquistarlo dopo averci smanettato un po'....

ok.. avevo la scusa che non lo compravo per me, quindi potevi vantarmi ancora di non avere alcun prodotto della mela.... ma sono troppo onesto per non riconoscere che è una chicca. Ha i suoi limiti come detto da molti (quanti limiti aveva il primo iphone? TANTI!) che probabilmente saranno risolti in futuro (mi auguro una webcam per abblicazioni come skype, ecc)...

..morale della storia, per l'idiozia dell'apple store in America dopo due tentativi falliti, li ho mandati a cagare, e mo se lo tengono il loro ipad.
Forse in futuro...SE mi tornerà la voglia....

Re Ratto ha detto...

Per farti tornare la voglia basta che ci smanetti un'altra volta!
Non avrei mai pensato di poterlo usare così tanto, è veramente un gran bell'oggetino.

P.e ha detto...

ah beh, sicuro!!!!
da amante delle minchiate tecnologiche non posso che ammirarlo. E' uno di qulli oggetti fondamentalmente superflui, ma che diventa assolutamente necessario una volta che lo usi!

vedremo...
ma ti giuro che il solo pensiero che i miei soldi vadano alla "appol"....




...beh adesso che ci penso i soldi non sono miei. YOOOHOOOO! :D