giovedì 16 settembre 2010

Il referendum del Ratto

Dopo l'ultima sparata del nostro affezionatissimo Silvio (grazie di esistere!), che si è dichiarato d'accordo col presidente Sarkozy in merito all'espulsione dei rom dal suolo francese, non poteva certo mancare l'attesissimo intervento del buon senatùr, secondo il quale «Sarkozy sta facendo bene sulle espulsioni» perché «la maggior parte dei furti li fanno i Rom».

Questo non è esatto.

Secondo alcune stime, infatti, «sarebbero due o tre mila i rom dediti ai furti e agli scippi sugli oltre 150.000 residenti in Italia.» Circa uno su cinquanta dunque. Vogliamo esagerare? Ma sì, facciamo pure uno su 10. Il 10% dei rom ruba. Così, un po' ad cazzum, come piace ai sondaggisti del Pdl.

Ora, secondo un'indagine svolta da Contribuenti.it i veri ladroni d'Italia non sono i rom, bensì gli impresari di pompe funebri.

«L’Italia è il Paese europeo con la più alta evasione fiscale, con il 50,5% del reddito imponibile che non viene dichiarato, e il record tocca alle pompe funebri dove, a stare alle dichiarazioni dei redditi, due morti su tre si tumulano da soli

Insomma, in Italia «due decessi su tre registrati all’anagrafe sono sconosciuti dal fisco».

Certo dell'appoggio dei secessionisti di casa nostra, Il Re Ratto propone dunque un referendum per espellere gli impresari di pompe funebri dall'Italia.

3 commenti:

Ferruccio gianola ha detto...

Grazie, non lo sapevo, vuol dire che i soldi del mio funerale non li metto più da a parte, visto che lo posso fare in nero:-)

Re Ratto ha detto...

Ma sì, tanto a quanto pare i morti resuscitano davvero, per poi tumularsi da soli! :-)

Anonimo ha detto...

Dal punto di vista della logica, non farebbe una grinza :)

Anyway, grazie per le informazioni :)