lunedì 13 dicembre 2010

A New York...

Lady Liberty al tramonto: com'è romantico il Ratto!
circolano più taxi che auto private;
ci sono davvero le cisterne d’acqua sui tetti dei palazzi;
ci sono davvero le case in mattoni rossi con le scale antincendio in ferro;
la cipolla è ovunque;
il wifi è ovunque;
il vento è gelido, costante e stacca le orecchie;
gli scoiattoli infestano Central Park;
gli italiani infestano Manhattan;
il 99% dei mestieri “umili” o “di fatica” è svolto da afroamericani, ispanici o asiatici;
il 99% dei posti di potere è occupato dai bianchi;
un paio di Levi’s 501 costa 50 dollari (circa 37 euro) a prezzo pieno;
un caffè “espresso” da Starbucks costa circa 2 dollari;
un iPad costa 499 dollari, non 499 euro;
Ground Zero è un gigantesco cantiere aperto e sì, lo ammetto, mi ha impressionato meno di quanto mi aspettassi;
si può attraversare il ponte di Brooklyn a piedi e sì, lo ammetto, mi ha emozionato molto più di quanto mi aspettassi;
ho comprato una palla di Natale a forma di
Harley Davidson Cross Bones;
le librerie sono enormi (pare che
Strand contenga 18 miglia di libri, qualunque cosa significhi), ma in nemmeno una ho trovato un romanzo di Jack Ketchum o di Brian Keene;
se Little Italy e Chinatown sono confinanti c’è un motivo;

prima di entare nel tunnel di Manhattan, venendo dal Queens, c’è uno sterminato cimitero a cielo aperto: le lapidi occuperanno tutto il vostro campo visivo;
ho visto tutta la terza stagione di Sons of Anarchy;


... to be continued




Visto che insistete tanto, torna a grande richiesta la vostra rubrichetta preferita! :-)
Dov'eravamo rimasti? Ah sì, ecco. A New York...

All Stars... and Stripes
ho visto un tizio vestito da Ghostbuster con una radio che suonava la musichetta di Ghostbusters davanti alla New York Public Library: sì, quella dove hanno girato l'inizio di Ghostbusters;
i jingle natalizi ti perseguitano anche in ascensore;
ho assistito a un'intera messa in una chiesa episcopale metodista di Harlem, gospel e improperi del predicatore pazzo inclusi;
ho visto una Stars and Stripes fatta di Converse All Star;
i famigerati baracchini di hot dog sono più o meno a ogni angolo di strada;
Che Manhattan sia costruita su un vulcano?
ho mangiato pancakes all'International House of Pancake: sono stomachevoli;
ci sono davvero le ciminiere bianche e rosse da cui esce il fumo;
sono stato al famigerato melacubo Apple, e non è niente di che;
ho letto la prima parte del Mangianomi: fiaba dall'impianto molto classico, ma De Feo ci sa fare;
gli schoolbus sono gialli, proprio come nei film;
sono salito in cima al Rockefeller Center e non sono riuscito a vedere la fine della città;
c'è la biblioteca pubblica più figa del mondo: sì, quella dove hanno girato l'inizio di Ghostbusters;
ho trovato una copia di White Noise di De Lillo a 76 cents;

... to be continued again?

5 commenti:

abo ha detto...

"Thank you for serving, sir. Thank you. I appreciate"

gelostellato ha detto...

continua! continua!
bellissimo!

Ferruccio gianola ha detto...

Ottimo, mi piace:-))

Re Ratto ha detto...

Aggiornato!

Matteo Poropat ha detto...

Grande!
La voglia di vedere almeno una volta NY è grandissima... continua! :)