mercoledì 1 dicembre 2010

Era una notte buia e tempestosa


Ci pensavo da un po' e questo post di Sartoris mi ha stuzzicato ulteriormente. Non è un granché come cambiamento e forse non merita un post di spiegazioni: che vi interessi o no, d'ora in poi le rat-censioni saranno corredate dall'incipit del romanzo cui si riferiscono. Il primo periodo, magari anche il primo paragrafo completo: deciderò caso per caso. Credo che lo allegherò in coda al post.

Perché gli incipit mi affascinano e spesso dicono molto su ciò che aspetta l'incauto lettore: possono prenderlo per mano e condurlo docilmente verso luoghi inesplorati e meravigliosi, o scaraventarlo senza preavviso nel vivo dell'azione, possono spaventarlo, affascinarlo, inorridirlo.

L'incipit è importante, batte il primo colpo, scandisce il ritmo; ci mostra quali occhi prenderemo a prestito per vedere, ci svela narratore e punto di vista.

Eccone due ai quali sono particolarmente affezionato:
The Man in Black fled across the desert and the Gunslinger followed.
The sky above the port was the color of the television, tuned to a dead channel. 
Perfetti.

4 commenti:

Matteo Poropat ha detto...

Beh ma è come sparare sulla crocerossa con due incipit così!
Sono di quelli che, bellezza a parte, disegnano un'immagine così vivida che non la scordi finché campi. Quel televisore poi...

TI aggiungo un:

Nyarlathotep... the crawling chaos... I am the last... I will tell the audient void...

Ferruccio gianola ha detto...

Eh be' Ratto, Neuromante di è proprio entrato dentro, non è la prima volta che lo citi:-)

Re Ratto ha detto...

Be', sì, diciamo che con questi due incipit sono andato sul sicuro... Sarebbe interessante raccogliere gli incipit che ci hanno più colpito, chissà cosa verrebbe fuori. Sai Ferruccio, una cosa tipo i tuoi concorsi, ma senza premio! :-)
Magari quando torno da NY.

@Matteo: I am writing this under an appreciable mental strain, since by tonight I shall be no more.

Matteo Poropat ha detto...

noooo Dagon... quella bestia, l'obelisco... se continui così ricomincio a leggere lovecraft e non devo! non devo!